Lettera aperta di Domenico Alonzi

 

Il rispetto esige rispetto.

Mi sento in dovere di scrivere queste due righe in quanto pensando di lasciar le cose senza intervenire tutto si potesse risolvere, purtroppo mio malgrado mi sono accorto che non è così.

Ho sempre pensato che rispettando si vieni rispettati,  a quelli che offendono  e deridono la mia Chiesa e chi la governa chiedo che si smetta di fare ciò che offende Dio in primis; e poi tutte quelle persone che amano questo Mistero Santo.

Diceva Maria Giuseppina Norcia che “chi non vuole parlare bene di questo Mistero non né parlasse manco male”. Certi che gli uomini di buona volontà ascolteranno queste parole Sante assai care a noi chiediamo, anzi, esigiamo rispetto, come uomini e come figli di Dio!

Sora, 26 Gennaio 2018

Domenico Alonzi




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi