Lettera aperta di Fausta Giordano

 

Mi chiamo Fausta ed abito a Brandizzo un paesino nella cintura di Torino.

Ho avuto la grazia di conoscere la Culla di Gesù Bambino circa 33 anni fa in un momento molto doloroso per la mia famiglia.

Sin da subito la pace, la serenità, l’amore per la preghiera hanno preso il posto della tristezza.

Pur avendo insegnato catechismo ai bambini della parrocchia per ben 10 anni è solo frequentando Maria Giuseppina Norcia e questa Terra Santa che la Parola di Dio e i suoi insegnamenti hanno messo radici nel mio cuore, grazie al suo esempio di umiltà e di Amore per Dio.

Ancora più consapevolezza l’ho acquisita proprio con l’arrivo di Samuele che con il suo esempio e le sue parole, in totale continuità con gli insegnamenti di Maria Giuseppina, mi ha fatto comprendere l’importanza di vivere nella quotidianità i 10 Comandamenti nella loro essenza e sostanza.

È nella chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme che ho ritrovato quella coerenza Santa del vivere la Parola di Dio. Ed è perciò che in totale libertà e consapevolezza ho scelto di appartenervi e mi unisco ai fratelli a difesa della Santità che costantemente vivo alla Culla contro le falsità ed accuse infondate che vengono rivolte contro la Chiesa è il suo Pontefice Samuele.

Brandizzo, 10 febbraio 2018

Fausta Giordano




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi