Lettera aperta di Alessandro Capuano

 

A fronte delle vicende accadute, sento nel mio cuore il vivo desiderio di esprimere questa testimonianza. Mi chiamo Alessandro Capuano, ho 30 anni e conosco e “frequento” la piccola culla del Bambino Gesù e la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme dal febbraio 2016.

Dico “frequento” perché nonostante fosse ancora chiusa per via dei lavori, grazie agli incontri di preghiere avvenuti nella città di Latina, ho potuto vivere e conoscere in prima persona questo profondo e immenso mistero d’amore, ed è come se da sempre fossi stato lì.

Spinto dalla curiosità e tramite la mia allora ragazza, ed oggi sposa, ho intrapreso questo cammino. Ho voluto constatare personalmente di cosa si trattasse, mettendoci gli occhi per vedere e le orecchie per sentire, potendo così analizzare ed approfondire gli argomenti trattati, ma cosa più importante ho voluto metterci il cuore e la mia volontà! Si, perché questo è un Mistero che ho voluto accogliere nella piena e libera volontà, senza costrizioni, senza imposizioni, senza costi, senza alcuna manipolazione come alcuni bugiardi affermano di aver subito.

Fin da subito mi sono sentito accolto dai tanti fedeli, strumenti e Ministri di questa Chiesa ma soprattutto mi sono sentito avvolto da un amore profondo e da una pace mai conosciuta prima, comprendendo che tutto ciò non poteva che provenire solo da Dio. Avevo trovato finalmente Dio che nella sua infinita misericordia ha voluto che incontrassi finalmente la strada della Verità e così l’ho accolta.

Purtroppo non ho avuto la fortuna, che tanti oggi rinnegano, di conoscere personalmente colei che grazie al suo sì ha dato vita a questo mistero, Maria Giuseppina Norcia ma grazie alle tante testimonianze e alle parole dei suoi fedeli è come se l’avessi conosciuta da sempre.

Fortunatamente ho avuto la grazia di conoscere personalmente colui che le è stato mandato in aiuto e che tuttora porta avanti il mistero di Dio, Samuele Morcia.

Mai nel mio cuore ho avuto il minimo dubbio che Maria Giuseppina e Samuele fossero distinti e separati ma ho compreso che uno fosse la continuità dell’altra.

Nel mondo di oggi seguire gli insegnamenti Cristiani autentici non è semplice ma posso affermare che nulla è impossibile se lo si desidera realmente.

In questo Mistero non c’è spazio per le proprie ambizioni ma solo affidandosi alla totale volontà del Padre e ai veri insegnamenti Cristiani tutto si può ricevere e questo è ciò che da sempre viene trasmesso perché solo Lui sa cosa è più giusto per ognuno di noi.

Coloro che oggi calunniano e diffamano questo luogo e le persone che vi appartengono sono le stesse che, non avendo potuto raggiungere i propri scopi, si sono ribellati e non hanno accolto la volontà del Padre. Ognuno nella propria scelta è libero e deve prendersi le proprie responsabilità, senza infangare e oltraggiare le scelte altrui.

Sono fiero e orgoglioso di appartenere alla CHIESA CRISTIANA UNIVERSALE DELLA NUOVA GERUSALEMME, e ringrazio Dio ogni giorno per aver ricevuto e accolto la Sua chiamata.

Pontecorvo, 27 gennaio 2018

Alessandro Capuano




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi