Lettera aperta di Marta Dell’Orca

 

Ho pensato molto in questi ultimi giorni, se scrivere o meno, poche righe per far sentire la mia voce come membro e fedele della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme a difesa di questo Mistero d’Amore.

Sono arrivata alla Culla di Gesù Bambino quando ero molto piccola ed ho avuto l’onore e il privilegio di conoscere personalmente Maria G.Norcia.

Una Mamma che con riservatezza ed umiltà ti trasmetteva tutto il suo amore con un semplice sguardo.

Ho visto con i miei occhi tante grazie e miracoli (mio padre ne è la prova vivente) avvenuti in quella Terra Santa; ho sperimentato sulla mia pelle cosa si prova a vedere la Potenza e l’Amore di Dio per i suoi figli; ho sempre respirato “un’aria diversa” in questo Luogo d’Amore, ci si sente più leggeri, completi, amati, capiti.

Crescendo mi sono allontanata dalla Culla ed ho iniziato a vivere il mondo, senza però eccedere nei comportamenti, rimanendo sempre legata a dei valori e dei principi insegnatimi dai miei genitori.

Questo mondo con le sue adulazioni, le sue apparenze e le sue gratificazioni mi aveva “stregato” ed io sono scesa a compromessi con me stessa, barattando l’Amore di Dio con un po’ di considerazione umana.

Non ero soddisfatta di come era diventata la mia vita, avevo tutto ma non stavo bene con me stessa, mi mancava Gesù Bambino e gli occhi di quella Mamma che mi ha tanto amato.

Proprio per questo, non ero presente quando è arrivato Samuele, non ho assistito ai primi anni in cui Lui iniziava a stare in mezzo a noi; quindi, credendo a tutto quello che sentivo dire nel mio paese, sono stata una tra i tanti che dicevano “che prima era una cosa ed ora è tutto diverso”. (Prima ci si sentiva importanti perché si indossava una “fascia”, ora non ci sono più poltrone o fasce da conservare, siamo tutti uguali!!!)

Come mi sbagliavo!!!

Che errore credere a tutte quelle bugie!!!

Mi è bastato incontrare il Suo sguardo per far crollare tutte le mie convinzioni ed il mio cuore ha iniziato di nuovo a vivere.

Ho avuto modo di conoscere Samuele, di vederlo e sentirlo parlare in mezzo a noi, ed in Lui rivivono le stesse qualità che aveva Maria G.

È un fratello tra i fratelli, umile, sempre pronto ad ascoltare e a farsi carico dei nostri affanni, ma con fierezza santa ci guida al cuore del Padre.

Ognuno di noi ha potuto toccare con mano la grandezza dell’Amore di Dio per i suoi figli e proprio per questo mi chiedo: come si può rinnegare? Come si può cancellare dal cuore e dalla mente quanto si è ricevuto?

Non volete più credere? Liberissimi di farlo, ma non dovete buttare fango ed inventare falsità solo per la vostra gloria personale, per sentirvi importanti.

Chi in questo periodo sta denigrando ed attaccando Samuele, il nostro Sommo Pontefice, sta di conseguenza calunniando la nostra Mamma spirituale, la nostra Chiesa, i Ministri e tutti noi fedeli.

Siete pregati di smetterla!!!

Noi fedeli della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme non ci nascondiamo dietro ad uno schermo e non abbiamo bisogno di mentire per avere popolarità e sentirci importanti.

Noi siamo importanti perché figli di Dio; andiamo avanti a testa alta con la Verità nel cuore!

Sento spesso dire che siamo “pecoroni”, che ci hanno fatto il lavaggio del cervello, che siamo obbligati a fare questa o quell’altra cosa… Come vi sbagliate! Non ci sono persone più libere di noi!

La Potenza di Dio si ferma dove incontra la volontà dell’uomo, quindi se non si vuole credere, Dio non ci può costringere.

Il Mistero di Dio o lo si ama o lo si combatte.

O credi o non credi, non ci sono mezze misure.

Superbi!!! A tutti quelli che ora ci stanno attaccando avendo vissuto e rinnegato, avete baratto Dio per un’ora di gloria.

A tutti quelli che giudicano senza sapere (compresi i miei compaesani), che parlano senza conoscere i fatti o aver vissuto la Culla di Gesù Bambino nella totalità, mi sento di dire che sono degli stolti nel credersi meglio di noi.

Concludo dicendo che se è sbagliato voler vivere Cristo, i 10 Comandamenti e la Cristianità autentica (come ci insegnano nella nostra Chiesa) sono felice ed orgogliosa di sbagliare e di far parte della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme!

Venite e vedete!!!

Gallinaro, 07 febbraio 2018

                                                               Dell’Orca Marta




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi