Lettera aperta di De Meis Giannino e Vella Silvana

 

Siamo marito e moglie, una coppia nata alla Culla di Gesù Bambino che “liberamente” si è innamorata uno dell’altra e che, da venticinque anni, mano nella mano, vive questo Santo Mistero e che, con gioia e consapevolezza piena, ha scelto la fedeltà alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme di cui ne condividiamo il pensiero e l’azione.

Il nostro arrivo in questa Terra Santa, che risale agli anni 1980, è per noi un immenso dono di Dio che ha trasformato le nostre vite arricchendole della certezza che Egli, in quanto Padre, non ci lascia soli se Lo amiamo nel Figlio e sull’ esempio di Maria. Giuseppina Norcia ci ha insegnato l’Amore Santo, soprattutto con l’esempio, la dolcezza del suo conforto, la sua semplicità ed umiltà, la sua fermezza nel testimoniare Gesù, il suo abbandono alla volontà del Padre e, come madre amorevole, lasciandoci la piena facoltà di decidere si o no, di credere o di non credere, ci ha portati alla comprensione dell’ Annuncio del Piano di Salvezza rivelatole da Gesù, dell’ avvento della Nuova Gerusalemme. Ricordiamo bene la promessa del Signore, in un messaggio rivelato a Giuseppina, dell’arrivo di “un valido aiuto” che presto avrebbe messo al suo fianco; pertanto, la venuta di Samuele era attesa dalla Donna di Dio ma anche da noi fedeli e quando abbiamo visto che lei, pian piano, si metteva in disparte indicandoci lui, abbiamo compreso a cuor sereno e amato il figlio spirituale in quanto amavamo la madre. Tutti siamo testimoni dell’Amore che li legava, che li lega ancora e che per sempre sarà perché è un Amore nel nome di Dio, nel portare a compimento il Mistero di Salvezza.

MAI abbiamo rilevato superbia, malvagità, interessi subdoli, ipocrisia in Samuele ed in coloro che collaborano con lui, ne tantomeno MAI alcuno è stato costretto a fare scelte contro la propria volontà, bensì tutti loro hanno sempre agito nella correttezza più assoluta, morale e spirituale, e nel completo rispetto della volontà di chi era ed è loro vicino. Tutte queste calunnie piene di rabbia e di astio che si stanno sollevando come un gran polverone che si alza quando fugge un branco impazzito, che perde l’ orientamento e scalpita senza senno, ci fanno ripensare ad una frase che la dolce nonna Nella ci disse: – Gesù vuole bene a Giuseppina e a me perché non parliamo mai male di nessuno, il peccato della calunnia è per Lui uno dei più gravi. – ed in questo momento i nostri cuori si addolorano per ciò che viene detto e, soprattutto, per chi apostrofa tali calunnie per interessi personali ed egoistici dopo aver rinnegato ciò che prima difendevano.

Io, Silvana, ho anche da aggiungere il mio sbigottimento per le infamanti accuse rivolte ad Anna. Ho vissuto con lei un’ amicizia sincera e ricca di affetto che è sempre viva nei nostri cuori anche se ho dovuto trasferirmi in Abruzzo dopo il matrimonio. Certe accuse stupide ed infondate sulla sua persona fanno trapelare quanto odio ha in corpo chi pronuncia frasi del genere: l’invidia è un brutto male… la storia e le Sacre Scritture ce lo insegnano! Aggiungo di aver avuto un legame affettivo molto stretto anche con nonna Nella, molti che mi conoscono ne sono testimoni, e posso affermare che lei mi ha insegnato la veridicità di Giuseppina e di Samuele.

Un ultimo pensiero a te caro Vincenzo ed alla tua famiglia, ci conosciamo da tanti anni e ci vogliamo bene, abbiamo visto nascere e crescere i tuoi figli, non scusarti con tutti noi perché ben sappiamo la vostra correttezza ed umiltà, la vostra dedizione all’ operato della tua mamma; siamo fratelli in questo Santo Cammino e condividiamo gioie e dolori, consapevoli di ciò che Viviamo.

Tanto dovevamo per amore e fedeltà.

Capistrello, 27 gennaio 2018

 Giannino De Meis e Silvana Vella




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi