Lettera aperta di Daniela La Rosa

 

Questo mistero d’amore dimora nel mio cuore e nella mia vita dal 2001 quando per la prima volta giunsi alla culla di Gesù bambino, insieme all’uomo che poi sarebbe divenuto mio marito.

Ho Amato Maria Giuseppina Norcia, Samuele, Anna, nell’istante in cui li ho conosciuti riconoscendo in loro tutte quelle virtù, quei sentimenti di rettitudine, coerenza e dolcezza che mi hanno permesso di comprendere cosa significasse essere veri figli di Dio, guidandomi nel tempo, con il loro Santo esempio, a mettere in pratica quei principi cristiani autentici che sono le fondamenta della vera cristianità.

Pertanto oggi alla luce delle calunnie e delle menzogne,  perpetrate nei confronti di Samuele ( e non solo) unendomi ai miei fratelli sento l’urgenza di levare la mia voce a testimonianza della perfetta continuità sintonia e coerenza tra insegnamenti di Giuseppina prima e quelli di Samuele dopo; Mai nessuna incoerenza, mai, piuttosto un chiaro passaggio di testimone avvenuto alla luce del sole ( e davanti a migliaia di fedeli) voluto dal Padre, voluto da Maria a colui che avrebbe continuato a guidare il suo popolo.

Ed è avvalendomi di questa lettera aperta che, rivolgendomi a coloro che continuano a scagliarsi contro, che metto in evidenza, ciò che non può passare inosservato! ovvero; Nonostante(purtroppo) questa faccenda abbia arrecato non poca sofferenza a coloro che vengono accusati e additati ingiustamente mettendo in giro maldicenze senza alcun fondamento; che ha arrecato dolore a chi per legame di sangue vede il proprio familiare rinnegare ciò per il quale si è sostenuto di vivere Fino a quel momento, ebbene ancor di più Si conferma la veridicità e la natura assolutamente Divina di questo santo mistero, poiché Dio mostra quanto non esistano favoritismi e compromessi umani, ma piuttosto come all’interno di questa chiesa si agisca con coerenza Santa e nella piena lealtà, virtù che Samuele incarna nella totalità e che con amore e dedizione dona a tutti coloro che si accostano a quel tabernacolo nella piena libertà.

Palermo, 29/01/2018

              Daniela La Rosa




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi