Lettera aperta di Claudio Montalto

 

Era il 18 settembre 2011 quando misi piede per la prima volta in questo luogo Santo. Incredulo ma curioso continuai a fare altri pellegrinaggi. C’era qualcosa di non so che di diverso dagli altri cammini. Pian piano, senza costrizioni, cominciai a capire che non era la mia mente o qualche interesse a farmi tornare in questo luogo ma l’amore di qualcosa di grande che mi rapiva il cuore. Oggi, dopo 7 anni, pur non avendo conosciuto fisicamente Maria Giuseppina Norcia, sento il Suo Amore di Mamma, l’amore del nostro pontefice, Samuele che ci insegna ad amare in un modo straordinario, a rispettare i 10 comandamenti, ad essere umili e fraterni gli uni verso gli altri. Per questo mi sento in dovere di difendere e proteggere la veridicità di questa Chiesa, Nuova Gerusalemme, fonte di Luce e di Verità che nostro SIGNORE ha irradiato. Attaccare questo

luogo dopo essere stati qui e dopo aver vissuto in primis la verità di questo posto è veramente da lasciar la bocca aperta. Aver ricevuto grazie e rinnegarle, aver toccato con mano lo Spirito di Dio e scordarseNe in così poco..

Questo è ciò che mi rabbrividisce e mi fa arrabbiare, facendo tra l’altro riferimento ad un ultimo attacco avvenuto alla nostra Chiesa, ingiustamente. Vedere in che termini e modi chi, con volontà santa, cercando di spiegare e far comprendere, con semplicità, l’umiltà di questo luogo Santo, è stato azzittito da grida di persone animati da uno spirito che non viene da Dio.. ecco cos’è il mondo lì fuori e cosa sta diventando, arroganza pura di uno spirito che è sempre più lontano da Dio. Da un lato però questo dovrebbe far riflettere sempre più cosa significa vivere questo luogo Santo, ascoltare lo spirito di Dio e non urlarGli contro come dei figli disobbedienti. Badate a ciò che si fa e si dice, non mettetevi contro lo Spirito di Dio perché combatterLo sarà lottare contro la verità e la verità trionferà..

L’amore, l’amore e solo l’amore ci ha portato a partecipare a questa chiamata Santa. E ringrazio vivamente per quest’invito d’amore la Madre, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.

Adrano, 13/02/18

Claudio Montalto




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi