Lettera aperta di Ciro Giglio

 

Mi chiamo Ciro Giglio e come membro della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme mi unisco alla voce dei miei fratelli in Cristo per respingere le offese e le calunnie rivolte contro chi rappresenta in primis questo grande Mistero Divino e cioè: Maria G. Norcia, la sua diretta famiglia e Samuele Morcia, oggi nostro Sommo Pontefice, sul quale non ho mai avuto dubbi a riguardo della sua persona, in quanto è stato sempre esempio di bontà, amore e rettitudine, accogliendo con amorevole cura il popolo di Gesù Bambino così come faceva Maria G., la quale ce lo indicò come colui che ci avrebbe guidato verso il Compimento di Pace.

Sono arrivato in questo luogo nel 1997, periodo in cui pensavo spesso di farla finita con la vita a causa dei tanti problemi familiari ed economici che mi affliggevano.

Qui, in questa Culla, ho trovato la forza di andare avanti sostenuto dalle preghiere e dall’abbraccio d’amore di tanti fratelli e soprattutto di quella cara Mamma che è Maria G. che grazie al suo sacrificio ci ha donato quest’Isola d’ Amore ripiena di Spirito Santo. Mai rinnegherò questo Mistero e chi oggi lo rappresenta perché nella Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme vedo il compimento delle promesse del Padre.

Capua (CE), 05/02/2018

Ciro Giglio




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi