Lettera aperta di Christian Camerino

 

In questo momento di prova per la Famiglia Spirituale dei fedeli a cui appartengo, come cristiano, sento nel cuore il desiderio di ergermi a difesa non di uomini, ma di Dio perché innamorato di colui che è Amore, Gesù Cristo, che, in questo luogo, mi ha donato una fede viva, una vita vera. Ho risposto al richiamo dell’Isola bianca solo nel 2011 e non ho potuto conoscere direttamente Giuseppina Norcia. Tuttavia, non è venuto meno il suo esempio di dedizione totale alla volontà del Padre incarnato da Samuele e Anna che senza mai risparmiarsi, per amore, con sincera vicinanza e attenzione fraterna, mi hanno fatto comprendere il vero significato della vita di ogni uomo: conoscere, vivere e amare Dio.

Ho trascorso nelle tenebre del mondo la maggior parte della mia esistenza poi, per grazia, l’Altissimo mi ha donato in questa Terra Benedetta la sua Misericordia e la sua Paternità, vestendomi, come figlio di Dio, della sua Luce. Da piccolo, a scuola, ricevetti un’educazione cattolica ma fatta soltanto di imposizioni, obblighi, precetti e divieti. Così, presto, mi allontanai da Dio perché non mi insegnarono la cosa più importante che solo qui ho appreso: la LIBERTÀ di chi per amore dona agli altri gratuitamente, come gratuitamente ha ricevuto o, per usare le parole del nostro amato Gesù: “Amatevi gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Gv. 15, 12). Vi è per questo una totale continuità fra ciò che hanno sempre insegnato sia Maria G. Norcia che Samuele Morcia, con il loro esempio di vita, e il vero insegnamento cristiano donato da Gesù. E questo lo sa anche chi adesso usa espressioni meschine e ignobili, rivelatrici soltanto dell’oscurità del proprio cuore. Lo stesso cuore che, prima pieno di luce, affermava pubblicamente che era un’altra casa ad aver cambiato la parola di Dio per il proprio interesse, mentre noi eravamo rimasti fedeli alla vera dottrina. Ma, come sappiamo, oltre al sì, sì – no, no, il resto viene dal maligno. Mi unisco alla preghiera dei miei fratelli consapevole che, piaccia o non piaccia, la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme trionferà perché ciò che è da Dio non può essere fermato da alcuna volontà di uomo; tutto ciò che resta a coloro che hanno rinnegato la volontà di Dio sarà pianto e stridore di denti.

Torino, 29/01/2018

Christian Camerino




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi