Lettera aperta di Carmine Ferriero

 

Mi chiamo Carmine ho 42 anni e frequento la Culla di Gesù Bambino dal 1999. Sono arrivato in questa Terra d’ Amore grazie agli inviti di mia moglie, allora la mia fidanzata e oggi insieme ai nostri figli siamo testimoni di questo grande Mistero!

Indignato dalle tante calunnie proferite nei confronti di chi con grande umiltà sta portando avanti il Progetto di salvezza, annunciato dalla nostra Mamma, Maria Giuseppina Norcia, si erge la mia voce per difendere e proteggere la nostra Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme in cui credo fermamente , non perché sono stato plagiato , ma perché in questo luogo ognuno è libero di scegliere se continuare o meno questo cammino.

Chi ha conosciuto Maria Giuseppina Norcia la ricorda come la donna che non si è mai scoraggiata difronte agli attacchi, sempre pronta ad offrirti il suo sorriso e intenta a fare la Volontà del Padre.

Ora di fronte a queste calunnie mi sento in dovere di difendere la nostra mamma e quel “giovane” che tutti conosciamo, Samuele Morcia, un uomo pieno d’ amore e di grazia.

Grazie a loro oggi mi sforzo di vivere gli insegnamenti di Cristo.

Nulla è cambiato : ” Il Progetto di Dio Era, E’ e Sarà sempre lo stesso Ieri – Oggi – Domani”.

Santa Maria Capua Vetere, 30 gennaio 2018

Carmine Ferriero




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi