Lettera aperta di Carla Di Mattia

 

Mi chiamo Carla e ricordo il sorriso dolcissimo di Mamma Maria G. Norcia. Valeva più di tante parole per me. La ricordo dietro alla sua finestrella, verso la metà degli anni 90. Nell’Isola Bianca dove si respira aria di paradiso. Testimone racconto nel mio stile. Nella piena libertà e senza plagio alcuno, che sono orgogliosa di esserci. In questa culla d’amore ho capito l’importanza della preghiera, il valore del Santo Rosario. Ricevendo Grazie materiali, spirituali e l’amore fraterno. Come Pietra Preziosa è custodita nel mio cuore.

Grazie Mamma Maria G. Norcia
Grazie Mario Samuele Morcia e Anna
Grazie a Tutti i Ministri del Santuario della Divina Misericordia
Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme

 Campagnano Di Roma, 17 febbraio 2018

Carla Di Mattia




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi