Lettera aperta di Barbara Iadecola

 

Sono arrivata alla Culla di Gesù Bambino nel 2011, insieme a mia sorella e mio cognato invitati da una conoscente che tanto ci aveva parlato di questo luogo.

Giunta alla Piccola Culla di Gesù Bambino, mi sono ritrovata davanti un giovane che parlava con tanto amore di Gesù. Le sue parole hanno toccato sin da subito il mio cuore infondendo tanta pace e serenità, che mai ho provato in vita mia in nessuno luogo, poiché, come tanti vivevo il mondo e nonostante conducessi una vita agiata, ero sempre insoddisfatta e insofferente.

Così da quel giorno e in quelli a venire in me c’era una lotta, continuare a vivere nel peccato la vita di sempre o seguire Dio e i suoi insegnamenti. Ma per cambiare vita ci voleva coraggio e fede, quella fede che, dopo l’incontro con Samuele, piano piano cresceva e metteva radici in me. Avvertivo dentro il mio cuore continui cambiamenti, finché è avvenuto il Miracolo, la guarigione della mia anima.

Si perché di miracolo si è trattato. Per me i miracoli più grandi sono le guarigioni dell’anima e non quelli corporali. Cosa ne fai di un corpo sano e bello se hai l’anima malata e brutta? Inoltre in pochi giorni mi sono ritrovata senza lavoro e non avevo di che vivere, ma nella consapevolezza della strada che avevo deciso di seguire, mi sono abbandonata alla volontà di Dio, come ha fatto Maria Giuseppina Norcia, che non ho conosciuto personalmente ma che grazie a Samuele ho imparato a conoscere e vivere nel cuore.

Così all’improvviso, il Signore, mi ha donato anche un sostentamento, facendomi trovare un lavoro a 50 anni, cosa non facile in questi tempi duri e difficili, lavoro umile ma che mi ha ridato tanta dignità poiché Dio, in ogni necessità, mai abbandona i suoi figli che vogliono rimanerGli fedeli.

Non smetterò mai di ringraziarti mio piccolo Gesù Bambino per la Forza, la Pace e la Speranza che sempre ci doni e per essere stato tanto Misericordioso con me.

A voi uomini e donne di buona volontà venite nella Terra d’Amore che il Padre ci ha donato, non ascoltate le menzogne che si dicono, ma venite e aprite il cuore davanti alla Culla del Bambino Divino pronto a dimorare in ogni cuore.

Un grazie di Cuore a Samuele e Anna.

Aquino, 05.04.2018

Barbara Iadecola




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi