Lettera aperta di Arienzo Marcella

 

Salve a tutti, mi chiamo Marcella e come membro della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme volevo unirmi ai miei fratelli per difendere ciò in cui credo.

Vivo la culla di Gesù Bambino non da molti anni ma più frequentemente dal 2015.

In questa terra d’amore grazie alla viva presenza del Signore ho ricevuto una vita nuova e una rinascita nello spirito, dei veri valori cristiani e ogni qual volta ritorno è un aiuto a crescere e a migliorare sempre di più.

Colgo questa occasione per esprimere il mio sconcerto sulle varie falsità che sono state dette contro questo mistero è qui la storia si ripete e ci insegna.

Preciso che non ho conosciuto Maria Giuseppina Norcia, la donna scelta da Dio per il suo progetto di redenzione, ma grazie al suo successore Mario Samuele Morcia all’umiltà della sua sposa Anna e alle tante testimonianze di fratelli e ministri ho potuto apprezzarne le sue molte doti.

Mario Samuele Morcia il nostro Sommo Pontefice ci invita esortandoci a seguire i dieci

comandamenti e il vangelo con tanto amore, umiltà e sacrificio nella piena libertà senza alcuna costrizione.

La Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme è il compimento finale del progetto del Padre il Centro della Misericordia Infinita  la colonna di luce, la via stretta per la salvezza, al contrario di questo mondo e quello che ci propina, preda del buio, dove Cristo e i valori cristiani sono svenduti.

Grata e fiera della mia scelta dico che chi vuole conoscere i fatti e metterli a confronto venga e veda.

Galliate, 18/02/2018

Arienzo Marcella




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi