Lettera aperta di Antonio Sicurezza

 

Dinanzi a tante cattiverie, menzogne e falsità esternate da calunniatori senza scrupolo nella realtà virtuale e non solo, non si può rimanere indifferenti, anzi – quale figlio di Dio e membro fedele alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme – ritengo sia necessario far sentire la mia voce a difesa del Mistero di Gesù Bambino e della Verità.

Nell’ottobre del 1995 ho risposto alla chiamata alla “Piccola Culla del Bambino Gesù”. In oltre vent’anni sono stato testimone oculare di tante grazie fisiche e conversioni spirituali. Insieme a mia moglie ed alla mia famiglia, ho avuto la grazia di conoscere la Donna di Dio, Maria G. Norcia, ed in seguito, Samuele Morcia, suo Figlio Spirituale e di poter ascoltare tanti messaggi, vere “lezioni di amore” e fonte di nutrimento per la conoscenza di Dio e del Suo Progetto di Amore e di Salvezza per l’umanità.

In piena sintonia con la nostra Mamma Spirituale, Samuele ha continuato e continua a portare a compimento il Progetto di Dio Padre per la nostra salvezza. Egli ci guida e ci conduce al Cuore di nostro Signore, portando Cristo ed i Suoi insegnamenti, il rispetto della Legge di Dio, dei comandamenti, la difesa della famiglia creata e voluta da Dio, al centro della nostra vita e della nostra quotidianità.

In tutti questi anni ho ricevuto da Giuseppina prima e da Samuele ora un esempio vivo di santità, parole di amore, di incoraggiamento nei momenti duri e difficili, ma anche di ammonimento nel fuggire le tentazioni del mondo che innalzano il proprio “io” e ci allontanano da Dio.

Questa è la Verità!

Nella preghiera e nell’unione fraterna, nella consapevolezza della grazia ricevuta, i figli di Dio avanzano a testa alta rinnovando quotidianamente il proprio “si” al volere del Padre e si ergono a difesa del Mistero della Nuova Gerusalemme, nostra Vita, avverso tutti i detrattori, coloro che insultano e proferiscono deliberatamente menzogne e maldicenze contro la Chiesa Cristiana Universale, utilizzando il Nome e l’Opera di Maria G. Norcia per disonorare Samuele, il Suo operato e la Sua Famiglia.

Gaeta, 29 gennaio 2018

     Antonio Sicurezza




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi