Lettera aperta di Antonella Gullo

 

Ritengo giusto scrivere queste poche righe per unirmi ai tanti fedeli della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme a cui appartengo fedelmente e ne sono orgogliosa, per condannare fermamente chi inganna e sparla in modo spregevole la nostra amata mamma Giuseppina Norcia  e il nostro sommo pontefice Samuele. Quello che più fa male è che tutto ciò avviene da una componente di quella Famiglia, che presa dai capricci del mondo, si è trascinata in un tunnel senza via d’uscita coinvolgendo, attraverso i social, persone che senza sapere nulla di questo santo mistero, si permettono di darlo in pasto a quella che prima era la “casa di Pietro”  e che ora non è più, facendone scempio.

Quello che posso testimoniare e confermare è che tutto il mio cammino di fede iniziato nel 2004, è stato sempre e soltanto alimentato da una grande fiamma d’amore, mai spenta. Sono arrivata annientata da una brutta depressione. La prima impressione che ho avuto è stata la grande pace e serenità che regnavano in quel luogo santo. Non mi sono staccata un attimo dalla piccola culla e dagli occhietti di quel piccolo Gesù Bambino che mi diceva: “Non ti preoccupare, ci sono Io, lasciati andare e confida in Me.” Da quel giorno tutto è cambiato. Al primo posto ho messo sempre Dio e gli insegnamenti che prima mamma Maria Giuseppina e, a seguire, Samuele, ci hanno elargito, senza mai risparmiarsi, con parole semplici. Osservo e metto in pratica i 10 comandamenti e grazie all’unione fraterna ho superato anche i momenti più duri, tra cui, la salita al Padre di mio marito che giunto da miscredente, in questo luogo santo, ben preso dalla gioiosa realtà riscontrata, si è convertito e ricreduto comprendendo i miei frequenti pellegrinaggi in quell’Isola d’amore e ha trovato la sua pace.

Vorrei infine ribadire che tutto ciò che vivo in questo santo mistero d’amore avviene in piena libertà senza plagio e senza costrizione. Il cuore non si comanda e il mio è ben saldo in quell’Isola d’amore.

Palermo, 09 /02 /2018

Antonella Gullo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi