Lettera aperta di Annunziata Sansone

 

Sono una fedele della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, è un onore per me dare la mia testimonianza di verità, mi unisco ai tanti fratelli che l’hanno già fatto, per difendere da tante calunnie assurde la Chiesa stessa, il nostro pontefice, Mario Samuele Morcia, i ministri e tutta la famiglia. Sono arrivata alla culla del Bambino Gesú nel 2005. Fin dalla prima volta ho avvertito una pace nel cuore che non conoscevo; qui ho trovato quel Dio che tanto avevo cercato in altri cortili senza mai trovarlo ed ho vissuto ed aderito con consapevolezza, senza costrizione e plagio alcuno, a tutti i passaggi che, nel tempo, hanno interessato questa Chiesa. Ho conosciuto Maria Giuseppa Norcia e poco dopo Samuele, è posso affermare che in loro c’è sempre stato un unico agire e un unico parlare. Nessuna differenza tra l’una e l’altro, come qualcuno vorrebbe far credere, Lei stessa ci rimandava a lui e lo ha indicato come colui che doveva portare a compimento quanto da lei iniziato. Entrambi, in perfetta comunione di cuore, si sono donati completamente a Dio, e ai pellegrini che negli anni si sono rivolti loro per un consiglio e per un aiuto hanno riportato tanti alla vera fede insegnando il rispetto per Dio e i 10 comandamenti. Questo quello che ancora oggi il nostro (perché scelto da noi) Pontefice continua a proclamare, con lo stesso esempio di umiltà e di carità che era proprio di Giuseppina: della donna che in vita ha incarnato le virtù di Maria. L’oggi della Cappellina è consequenziale al prima; chi oggi non accetta Samuele in realtà non ha accolto neanche Giuseppina. Affermare il contrario è solo una menzogna, dettata da subdoli calcoli umani, da voglia di visibilità ed arroganza gratuita, che non scalfiscono la fede di chi li ha vissuti e vive oggi la bellezza di questo Mistero. A quanti hanno dato credito alle loro parole mi sento di dire: “venite e vedete, non lasciatevi condizionare e sperimentate di persona la libertà e l’Amore che si irradia da questo luogo voluto dal Padre”.

Saviano (NA), 30 Gennaio 2018

Annunziata Sansone




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi