Lettera aperta di Annabella Iadecola

 

Sono arrivata alla Culla di Gesù Bambino con mio marito nel 2011 quando la nostra vita era triste, vuota e buia. Erano circa 20 anni che desideravo tanto essere mamma, mi ero talmente accanita che avevo fatto tantissimi tentativi mettendo a rischio la mia stessa vita senza ottenere risultati, ero stanca fisicamente e mentalmente.

Non dimenticherò mai quel momento quando mi trovai dinanzi a quel Tabernacolo Vivente, mi inginocchiai e dissi: “Gesù mi affido a te sia fatta la Tua volontà”, gli chiesi solo di donarmi la pace del cuore e così avvenne.

La mia anima fu invasa da tanta luce, gioia e pace. Nove mesi dopo Gesù mi donò il regalo più bello che una donna possa desiderare, un figlio meraviglioso, partorito con il cuore.

Mio marito ed io siamo orgogliosi, fieri e felici di essere membra della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e la difenderemo sempre da tutti gli attacchi, le calunnie, le cattiverie e le volgarità che ogni giorno vengono perpetrate contro di essa da chi non è degno di nominarla.

Ringraziamo Samuele per tutto quello che ha fatto per la nostra famiglia e per averci insegnato i veri valori della vita cristiana che oggi purtroppo sono dimenticati, la sua sposa Anna per l’amore che ci dona e tutti i Ministri per l’aiuto spirituale che ogni giorno ci donano.

Alle persone che hanno dubbi su questa Chiesa dico venite, guardate e ascoltate ma fatelo presto e fatelo soprattutto con il cuore.

Aquino (FR), 31.01.2018

                                                                                               Annabella Iadecola




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi