Lettera aperta di Anna De Luzio

 

Mi chiamo Anna e vivo in provincia di Parma. Sono arrivata alla Culla di Gesù Bambino su invito di un’ amica nel 2003. Completamente ignara di chi fosse Maria Giuseppina Norcia e questo Mistero. Ho avuto l’incontro con Maria Giuseppina alla finestrella della Cappellina, dove Lei era solita ricevere i pellegrini. Quell’incontro vive nel mio cuore e accompagna la mia esistenza. Vivevo lontano da Dio, appesantita dalle prove e tanti dolori della vita del mondo, ma Lei mi ha accolto con amore, senza giudicarmi, come una vera mamma. Non potrò mai dimenticare il suo soave sorriso, il suo sguardo di infinita dolcezza accompagnato da poche, ma incisive parole: “Pregherò Gesù per te” ! Un amore immenso in quell’istante, ha avvolto tutto il mio essere, cuore e anima. Non trovo parole esaustive per descrivere ciò che ho provato. Tra le lacrime, mi sono abbandonata all’abbraccio dell’Amore di Dio che mi ha donato Pace e Perdono. Da quel giorno la mia totale conversione mi ha portato pian piano a cambiare vita, ad una fede profonda, ai veri valori cristiani.
Questa buona e tenera “Madre”, nonostante le difficoltà e ostilità ha portato avanti con coraggio, senza mai vacillare, la Grande Missione di Salvezza che Gesù Le aveva affidato, donando completamente se stessa e il suo Cuore per la salvezza di tante anime. A suo fianco sempre, Mario Samuele Morcia, il Figlio Spirituale, quell’uomo mandatole da Dio, di cui ci parlava sempre e al quale Lei stessa amava indirizzarci. Le sue parole erano ” Va da Lui è la stessa cosa” e quando ho avuto la Grazia di incontrare i suoi occhi, il mio cuore non ha avuto dubbi nel riconoscerlo, ascoltarlo, seguirlo e amarlo. Aveva lo stesso Cuore, incarnava le stesse Virtù: Dolcezza, Umiltà, Coraggio e ONESTA’! Da allora Samuele, come un Padre, non mi ha mai fatto sentire sola, mi ha sempre incoraggiata, sostenuta spiritualmente e moralmente e grazie a questa vicinanza spirituale e alla sua preghiera, posso dire con certezza di aver superato anche la dura prova di una grave malattia e aver ricevuto per Grazia la guarigione. Tante sono le grazie che il Signore nella Sua Infinita Misericordia ha voluto donarmi in questa Terra d’Amore, Vera Dimora di Dio tra gli uomini! In questo Luogo Santo si respira e si vive solo Gioia, Pace e Amore per Gesù e Maria.
Samuele Morcia, in perfetta continuità con Maria Giuseppina, non si risparmia insieme alla sua dolce sposa Anna, a spronarci in un cammino di Santità, insegnandoci non solo a parole, ma con l’esempio di Vita Santa, la Sacralità della Famiglia, a essere cristiani autentici, riportando al centro della nostra vita Dio, i suoi Comandamenti e ad amare i fratelli in unione di preghiera.
Ho scelto di fare parte della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, non per plagio o costrizioni, ma per AMORE, AMORE per la VERITA’, per Gesù e Maria, consapevole che questa è la Vera e Santa Chiesa, i cui insegnamenti sono Faro che illumina il cammino di ogni cristiano che anela alla santità.
Tutte le calunnie e falsità dette e che si diranno, non potranno mai oscurare la Luce di Dio che da Qui si irradia.
Mille Grazie Gesù Bambino e Mamma Giuseppina,
Mille Grazie Samuele e Anna, con tutto il mio affetto e gratitudine,
Mille Grazie a Vincenzo e famiglia ( a Nonna Nella sempre nel mio cuore), ai Ministri e Strumenti,
che spendono la loro vita per amore di GESU’ CRISTO, affinché questo Grande Mistero di Salvezza voluto da Dio giunga a compimento.
Montechiarugolo (PR), 22/02/2018

Anna De Luzio




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi