Lettera aperta di Anna Celato

 

Mi chiamo Anna e sono una fedele della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, e anch’io come molti dei miei fratelli in Cristo, mi ergo a difendere la Divinità di questo grande Mistero d’Amore contro tutta la falsità e le ingiurie che si sentono contro di essa. Frequento questa Culla dal 1992, avevo 14 anni quando ho avuto la grazia di ricevere l’invito ad andare in questa Terra d’Amore. Qui ho conosciuto Maria G. Norcia, una Donna umile e piena d’Amore che mi ha insegnato la vera cristianità, quella cristianità autentica che mai nessuno e in nessun altro luogo ho conosciuto prima di allora. Ringrazio sempre quella Donna, quella Mamma perché grazie al Suo “SI” che oggi si porta a compimento il Progetto d’Amore del Padre: La Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme. Tutto ha avuto inizio con Lei, per poi proseguire con quel giovane tanto atteso da Lei, e preannunciato dal Signore. Ancora sono vive nel mio cuore quelle parole da Lei pronunciate: “Andate da quel giovane, fidatevi solo di lui”. Da subito, la mia fiducia in quel giovane di nome Samuele Morcia fu totale poiché in lui albergavano gli stessi sentimenti di Maria G., lo stesso sguardo, le stesse parole e lo stesso Amore. Tanto devo a questo Mistero e a Coloro che lo guidano.

Naturalmente chi vuole misurare le cose di Dio con il metro umano, mai comprenderà il pensiero di Dio e lo Spirito Santo non potrà agire in questi cuori chiusi. Quando finirà la Misericordia di Dio e inizierà la Misericordiosa Giustizia, per gli operatori di iniquità sarà pianto e stridore di denti.

Curti (CE), 30/01/2018

Anna Celato




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi