Lettera aperta di Aniello Natale

 

Mi chiamo Aniello Natale e come membro appartenente alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, mi unisco ai fratelli che in questi giorni stanno difendendo il Mistero Divino da tante menzogne. Vivo la Culla di Gesù Bambino di Gallinaro da 20 anni e ho avuto la gioia di conoscere di persona Maria G. Norcia.  Ella, mi ha da subito accolto con tanto amore e da Lei ho imparato il valore della preghiera. Quando alla Culla arrivò Samuele Morcia, ci fu indicato come Colui che avrebbe portato a compimento quello che Maria G. Norcia aveva iniziato. Da subito, non ho esitato ad ascoltarlo, perché ho trovato in Lui gli stessi sentimenti di Maria G. Norcia. Come fratello in mezzo a noi, Lui si dona e ci prende per mano, per condurci al cuore del Padre. Non posso non gridare quello che di bello ho ricevuto in tutti questi anni, in questa Terra D’Amore.

Come quando un anno fa, colpito da un terribile infarto, i medici mi dissero che avevo perso parte della funzionalità del mio cuore. Ma grazie alle preghiere di Samuele e di tutti i fratelli di questa Chiesa, oggi con grande stupore dei medici, ho un cuore sano e regolarmente funzionante. Ringrazio Dio per avermi chiamato a far parte di questo Mistero di Salvezza. Inoltre sottolineo che vivo tutto questo nella piena libertà e senza costrizioni da parte di nessuno.

Caivano (NA), 04/02/2018

              Aniello Natale




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi