Lettera aperta di Angela Di Fraia

 

Come tanti miei fratelli e sorelle ho deciso di scrivere per difendere questo grande Mistero. Mi chiamo Angela Di Fraia e frequento la piccola Culla di Gesù Bambino da quando ero piccola. Ho sempre creduto in Maria Giuseppa Norcia, anche se non l’ho mai conosciuta fisicamente, ma spiritualmente ho provato il grande amore che Lei infondeva in ogni cuore e in questo luogo Santo, Culla vivente del Padre.

Ho conosciuto questo luogo grazie a mia madre, Maria Consiglia Valente e grazie a lei ho conosciuto Mario Samuele Morcia, colui che ci indica la vera dottrina, cioè gli insegnamenti di Cristo, il suo grande amore, la pace che dona ad ogni cuore afflitto e la sua fedeltà alla donna di Dio e a questo Mistero. Questa Culla è “un faro di luce per tutti gli uomini in cerca di pace, con i suoi raggi traccia la scia per chi nel mondo sta cercando la via”. Io come tanti miei fratelli, uniti in un solo cuore, abbiamo trovato la via, la verità, la vita, abbandonando una casa in cui non vi è più VERITA’ ma in cui si è fatto della menzogna e dell’abominio il principio cardine.

Per questo io insieme ai miei fratelli sempre difenderemo la santità e la purezza di Maria Giuseppa Norcia, di Mario Samuele Morcia, i ministri e tutti gli uomini di buona volontà che accetteranno la chiamata del Padre. Sempre testimoniero’ la fede nella Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e ancor di più quando io e il mio fidanzato chiederemo la benedizione del pontefice, Samuele per unirci nell’eternità.

Sempre andremo avanti tutti insieme per difendere la verità.

Teverola (CE), 04/02/2018

     Angela Di Fraia




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi