Lettera aperta di Alessandro Di Chio e Angela Addante

 

A seguito delle tante cattiverie e falsità che vengono pronunciate contro la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, desideriamo unirci ai nostri Fratelli per difendere ciò che più ci sta a cuore: la VERITA’.

La mia sposa e io viviamo la piccola Culla di Gesù Bambino da 24 anni, quindi abbiamo avuto l’onore di conoscere Giuseppina Norcia, la nostra mamma spirituale, una donna pura, umile e obbediente chiamata dal Padre a intraprendere la strada per la realizzazione del suo Progetto Divino; abbiamo vissuto il conseguente passaggio a Samuele che, figlio spirituale di Giuseppina, ha accettato la chiamata del Padre di portare avanti il Piano di Amore e di Redenzione e di offrire, sull’esempio delle Donna di Dio, la Sua quotidianità agli uomini e donne di buona volontà che con cuore sincero giungevano e giungono ancora oggi alla piccola Culla, per vivere questo Mistero d’Amore. Una Madre e un Figlio uniti nello stesso Spirito. Un Mistero che per mezzo di questi due Cuori puri, vuole riportare l’umanità alla Cristianità Autentica che in questi tempi viene svenduta e barattata con false ideologie umanistiche. Samuele, in continuità con Giuseppina, conserva e difende gli insegnanti del Padre: i dieci comandamenti, dieci gesti d’amore.

La nostra Unione Sponsale è stata benedetta dal Padre; vogliamo manifestare a voce alta il tanto tanto tanto amore ricevuto da Samuele, dalla sua Sposa e da tutti i Fedeli della Nuova Gerusalemme; il Signore chiama, e ognuno di noi nell’assoluta LIBERTA’ può rispondere o “SI” o “NO”; non ci sono vie di mezzo o giustificazioni di comodo.

Chi non crede in questo Mistero è naturalmente libero di non farlo; il non credere però o peggio ancora l’allontanarsi dopo aver ricevuto tanto amore, tradendo la fiducia, non gli procura il diritto di calunniare e dire falsa testimonianza su coloro che tanto amano la Culla: bisogna essere prima “veri Uomini” e poi “veri Cristiani” quindi lealtà, sincerità e umiltà, rispettando con equilibrio quelle che sono le priorità: Dio, Famiglia e Lavoro.

La forza del corpo mistico, in questi tempi duri e difficili, ci unirà sempre di più.

 Onorati di appartenere alla Nostra Madre Chiesa, ci uniamo alle Sue intenzioni di preghiera.

Torino, 03 Febbraio 2018

Alessandro e Angela




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi