Lettera aperta di Alda Palermo

 

Scrivo questa lettera soprattutto per far conoscere la Veridicità di Questo Luogo Santo confermandone, per esperienza personale, l’autenticità cristiana nelle persone di Maria Giuseppa Norcia e Mario Samuele Morcia, ambedue doni di Dio per questa umanità arida e smarrita!

Ho conosciuto la Nuova Gerusalemme nel 1997, invitata da un’amica.

Qui la mia anima ha trovato conforto per le ferite passate e prossime riconoscendo la Presenza di Dio, del Padre Buono, che attende sempre con ansia il figliuol prodigo nella sollecitudine amorevole e negli sguardi limpidi della cara Giuseppina, di Samuele e quindi dei ministri.

Il pellegrino che Qui giunge con cuore aperto e volontà di comprendere la Verità non torna a casa deluso, ma rinfrancato, rigenerato, perché inconsapevolmente purificato dallo Spirito di Dio che abita la Nuova Gerusalemme “ Terra scelta dal Padre, preparata per l’Era dello Spirito Santo per il Compimento di Pace “

L’albero buono si riconosce dai frutti: le conversioni a Dio di tanti e tanti figli perduti ritornati all’Ovile del Padre confermano la Santità di questo Luogo Santo, dove si osservano i Comandamenti del Padre aiutati dal suo Amore per trasformarci in cristiani autentici con la preghiera e l’unione fraterna.

Per questo desidero ringraziare il Padre per il Dono della Nuova Gerusalemme, per Nonna Nella, per Giuseppina, per Samuele ed Anna sua sposa, per i ministri e le loro famiglie e per Vincenzo ed Antonietta.

San Prisco (Caserta), 09 Marzo 2018

Alda Palermo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi