Il “dovere” dei giovani cristiani: “fare chiasso tutta la notte”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Adesso mi congedo. Domani ci vedremo, ci rivedremo. Voi fate il vostro dovere, che è fare chiasso tutta la notte… E far vedere la vostra gioia cristiana, la gioia che il Signore vi dà di essere una comunità che segue Gesù” (Saluto di Bergoglio, Arcivescovado di Cracovia, 27 luglio 2016)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Scrivo a voi, giovani, perché avete vinto il maligno. Ho scritto a voi, giovani, perché siete forti, e la parola di Dio dimora in voi e avete vinto il maligno” (1Gv 2,13b; 14b)

Non amate né il mondo, né le cose del mondo! Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui; perché tutto quello che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita, non viene dal Padre, ma dal mondo. E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno!” (1Gv 2,15-17)

Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli” (Mt 5,14-16)

 

C) Commento:

Bergoglio dice ai giovani riuniti in preghiera che il loro “dovere” è quello di “fare chiasso tutta la notte”. Non servirebbero parole di commento. La frase di Bergoglio si commenta da sé. I giovani cristiani devono caratterizzarsi per la loro santità, non fare come farebbero i giovani del mondo che di notte “fanno chiasso” e si lasciano andare a comportamenti non santi.

I giovani cristiani che vogliono vivere la santità devono essere esempio di santità sempre, di giorno e di notte. Solo così i giovani che vogliono essere santi, che si sforzano di essere santi, si rivestono della Luce di Cristo. Gesù non ha mai speso le sue notti a “fare chiasso”. Gesù era un giovane. Ha vissuto la Sua giovinezza. Mai si è lasciato andare “a fare chiasso”, soprattutto di notte, quando sovente si ritirava in preghiera per unirsi al Cuore del Padre.

Gli insegnamenti di Bergoglio sono mondani e diabolici. Bergoglio è animato dallo spirito del principe del mondo e di conseguenza insegna le cose del mondo, non le cose di Dio. Chi vuole rimanere santo deve fuggire gli insegnamenti di Bergoglio e seguire gli insegnamenti e l’esempio di Cristo, che nella Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme sono vivi e sempre più brilleranno. E coloro che vogliono essere rivestiti della Luce di Cristo vengano e vedano, per vivere la santità autentica e fuggire ciò che è mondo.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi