“Dio è ingiusto”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Non c’è una risposta alla morte dei bambini. “Io non ho una risposta, credo sia bene che questa domanda rimanga aperta” ha detto il Papa, rispondendo alla domanda di Valentina, infermiera al Bambin Gesù, che gli ha chiesto “perché i bambini muoiono”. Nemmeno Gesù ha dato una risposta a parole”, ha ricordato Francesco, parlando a braccio, come ha fatto per quasi tutto il botta e risposta con i rappresentanti dei circa mila infermieri presenti oggi in Aula Paolo VI: “Di fronte ad alcuni casi, capitati allora, di innocenti che avevano sofferto in circostanze tragiche, Gesù non fece una predica, un discorso teorico. Si può certamente fare, ma Lui non lo ha fatto.
…la risposta del Papa ad “una delle domande aperte della nostra esistenza”. “DIO E’ INGIUSTO? SI’, è stato ingiusto con suo figlio, l’ha mandato in croce. Ma è la nostra esistenza umana, la nostra carne che soffre in quel bambino, e quando si soffre non si parla: si piange e si prega in silenzio”… ” (Udienza con la Comunità dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, riportata dal quotidiano Avvenire, 15 dicembre 2016)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Sei giusto, tu che sei e che eri, tu, il Santo, poiché così hai giudicato” (Ap 16,5)

Anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio” (1Pt 3,18)

Dio è giudice giusto, ogni giorno si accende il suo sdegno” (Sal 7,12)

Figlioli, nessuno v’inganni. Chi pratica la giustizia è giusto com’egli è giusto” (1Gv 3,7)

Dio infatti non è ingiusto da dimenticare il vostro lavoro” (Eb 6,10)

Quando Giuda fu informato di questa crudeltà compiuta contro i suoi connazionali, diede ordine ai suoi uomini e, invocando Dio, giusto giudice, mosse contro gli assassini dei suoi fratelli e nella notte incendiò il porto, bruciò le navi e uccise di spada quanti vi si erano rifugiati” (2Macc 12,5-6)

 

C) Commento:

Bergoglio continua la sua opera di demolizione delle fondamenta del vero cristianesimo. Demolire le fondamenta della cristianità significa distruggere i pilastri portanti della religione cristiana, per far crollare la casa che era stata chiamata dal Padre a custodire la vera fede. E la chiesa di Roma, che ha perso la vera fede, è la casa che Bergoglio sta distruggendo nella totalità, così come è stato annunciato dalle Sacre Scritture e profetizzato dai messi che Dio Padre ha inviato nella storia del cristianesimo. Così, ad esempio, fu annunciato dalla Vergine Santa a La Salatte (Francia, 1846), poi a Fatima (Portogallo, 1917), quindi ad Akita (Giappone, 1973).

Bergoglio afferma che “Dio è stato ingiusto con Suo Figlio. L’ha mandato in croce”. Affermare ciò significa negare il fondamento principale, basilare, del cristianesimo. Dio Padre ha permesso che una parte di Sé, Gesù, Suo Figlio, donasse la propria vita per la salvezza del mondo intero. Giusto per gli ingiusti (come ha scritto San Pietro nella Sua prima lettera), Cristo si è sacrificato donando la propria vita al Padre, per dare compimento al Piano di Salvezza del Padre per l’umanità. Il Padre, Sommo Bene, Padre Buono e Giusto, per porre rimedio al tradimento degli uomini, che sono venuti meno nella fedeltà (prima i sacerdoti della chiesa di Gerusalemme, ora quelli della chiesa di Roma), sacrifica Se stesso, donando il Figlio, Cristo, che dona la propria Vita per la salvezza dell’umanità.

Bergoglio afferma che “Dio è ingiusto”. Così dicendo, Bergoglio bestemmia il Padre, bestemmia il Figlio e bestemmia lo Spirito Santo. Bergoglio bestemmia la Santissima Trinità e nega Dio Sommo Bene e Dio Sommo Giudice. Bergoglio rinnega la storia di Dio dell’Antico Testamento. Bergoglio nega e rinnega le parole e l’azione degli Apostoli, dei martiri e dei santi di tutta la storia del cristianesimo.

Solo chi è animato da uno spirito malvagio e anticristiano può con consapevolezza bestemmiare pubblicamente e impunemente Dio Padre. Solo chi ha perso la fede e ha addormentato la coscienza può rimanere indifferente di fronte ad affermazioni gravissime, a vere e proprie eresie e bestemmie che Bergoglio proferisce l’una dopo l’altra. Veramente, come è stato profetizzato e ora pubblicamente manifestato, Roma ha perso la fede e vive in pienezza l’Apostasia.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi