“La Via Crucis è la storia del fallimento di Dio”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Come posso vedere la mano di Dio in una tragedia della vita?”. “C’è una sola risposta: no, non c’è risposta. C’è una sola strada, guardare al Figlio di Dio. Dio lo ha consegnato per salvare tutti noi. Dio stesso si è fatto tragedia. Dio stesso si è lasciato distruggere sulla croce. E quando viene il momento in cui non capite, quando siete disperati e quando il mondo vi cade addosso, guardate la Croce! Lì c’è il fallimento di Dio; lì c’è la distruzione di Dio. Ma lì c’è anche sfida alla nostra fede: la speranza. Perché la storia non è finita in quel fallimento: c’è stata la Risurrezione che ci ha rinnovato tutti. Vi farò una confidenza… Avete fame? Sono le 12.00… No? Allora vi farò una confidenza. In tasca porto sempre due cose: un rosario, un rosario per pregare; e una cosa che sembra strana… Che cos’è questo? Questa è la storia del fallimento di Dio, è una Via Crucis, una piccola Via Crucis: come Gesù ha sofferto da quando è stato condannato a morte, fino a quando è stato sepolto… E con queste due cose, cerco di fare del mio meglio. Ma grazie a queste due cose non perdo la speranza” (Incontro con i giovani allo stadio Kasarani di Nairobi in Kenya, 27 novembre 2015)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Cristo infatti non mi ha mandato a battezzare, ma a predicare il vangelo; non però con un discorso sapiente, perché non venga resa vana la croce di Cristo” (1Cor 1,17)

 

C) Commento:

Quando Bergoglio parla della croce e del significato del sacrificio di croce, il suo spirito si manifesta nella pienezza.

Lo spirito che è in Bergoglio parla della croce come del “fallimento di Dio”. E stavolta lo dice nella sua lingua madre, allontanando il dubbio che possa essere frainteso parlando in una lingua che non conosce bene. Dice: “El fracaso de Dio”, il “fallimento di Dio”.

Questo è un concetto elementare ma al tempo stesso fondamentale della dottrina cristiana.

Il simbolo della croce che cosa rappresenta per un cristiano? La redenzione, la vittoria, non il fallimento.

Morendo in croce Gesù ha vinto il mondo o il mondo ha vinto Gesù? Gesù ha vinto il mondo.

Quindi la croce rappresenta il simbolo della vittoria di Gesù o della sua sconfitta? Del Suo trionfo!

Altro che fallimento!

Che cosa si recita dopo ogni stazione della Via crucis? Adoramus te Christe, et benedicimus tibi. Quia per sanctam crucem tuam redemisti mundum (Ti adoriamo Cristo e Ti benediciamo, perché con la Tua santa croce hai redento il mondo).

Lo Spirito Santo ci insegna ad adorare Cristo e a benedirLo, perché grazie alla Sua croce ha redento il mondo; lo spirito che è in Bergoglio invece insegna il contrario.

La croce per Bergoglio non è lo strumento che rappresenta la salvezza ma rappresenta il fallimento di Cristo.

Bergoglio così facendo sta distruggendo, nel silenzio e nell’indifferenza di chi ascolta senza reagire, le fondamenta degli insegnamenti e della dottrina cristiana elementare.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi