Lettera aperta di Gaetano Cirillo

 

Sono Gaetano, ex militare, uomo di principio e con il  senso del dovere. Ho sempre affrontato ogni situazione che mi trovavo davanti a testa alta e per questo ora a testa alta difendo quello in cui credo: questo grande Mistero voluto dal Padre per mezzo di una Fanciulla, Maria Giuseppina Norcia, e continuato dal suo Figlio spirituale, Samuele Morcia, che con il suo esempio ci aiuta ad amare ancora di più il Signore per la salvezza dell’umanità.

Tanto hanno fatto per me e tanto gli devo. Prima  fra tutte  Mamma, che ha aiutato me e  la mia famiglia sempre. Io in prima persona sono stato salvato da un brutto infarto, ora sto bene e quando vado a fare dei controlli il dottore tuttora si meraviglia di come io stia bene e ammette che “qualcuno” dall’alto ha guidato la sua mano durante l’intervento.

Davanti ai progetti di Dio, ogni persona piegherà  le sue ginocchia ed io con i miei fratelli sono qui a testimoniare che in questo luogo c’è  Dio. Credo in questo mistero e consapevole procedo con dignità  e amore pronto a tutto anche a dare la vita.

Latina,  12 Febbraio 2018

                                                                   Gaetano Cirillo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi