Lettera aperta di Concetta Realmuto

 

Mi chiamo Concetta Realmuto e vado alla Culla di Gesù Bambino da più di 14 anni.

Frequento con amore e con fede la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme eretta per volere di Dio Padre per l’Azione Salvifica dell’umanità. Ultimamente, a fronte di tutto quello che sta avvenendo proprio nei riguardi di questa Santa Chiesa mi pongo una domanda e dico: ma qual’è lo spirito che anima i cuori di queste persone che accusano, calunniano, dicono menzogne e falsità sulla Nostra Chiesa e sui membri che ne fanno parte??

Volete ergervi a paladini della vostra chiesa ma, nel preciso istante che fate queste illazioni, che giudicate, che fate vostri pensieri, idee, maldicenze totalmente inventate, che non esistono proprio, che soprattutto non ci appartengono, ve lo chiedete che cristiani siete? Dio non ci insegna a dire false testimonianze!!! Forse pensate che Dio Padre è solo misericordioso? Dimenticate che è anche giusto!!

Allora riflettete prima di parlare o meglio tacete e non spargete menzogne!!

La Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme è nata perché in essa dimora la fede pura, la vera cristianità.

In questa Chiesa Dio si mette al primo posto e s’impara a non essere invidiosi, gelosi, ma umili, corretti, pronti ad aiutarci gli uni con gli altri con vera fratellanza. Sentimenti che non si suggeriscono non si inculcano, ma si provano nel cuore, nell’anima e nella mente spontaneamente. E poiché credo fermamente in questo Mistero Divino difenderò sempre gli insegnamenti che la nostra amata “Mamma” Maria Giuseppa Norcia ci ha lasciato e che oggi Samuele Morcia, suo figlio spirituale affidatole da Dio Padre continua con amore e assoluta dedizione portando a compimento questo grande Progetto di Dio.

La scelta che ho fatto di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme l’ho fatta con assoluta libertà senza costrizione alcuna, senza plagi ne obblighi, ma con l’apertura del mio cuore a quella che è la vera fede Cristiana, alla semplicità e alla dolcezza che mi dava la mia Mamma e alla Luce e all’Amore che mi trasmettono gli occhi di Samuele, nostro Sommo Pontefice.

Lui ci insegna a pregare, a rispettare l’unione fraterna seguendo l’esempio di Cristo e Maria.

Non lascerò mai questa Terra D’amore dove trovo pace e serenità, dove sento lo Spirito Santo che mi guida e mi accompagna in ogni mia azione.

Ringrazio Mamma che col suo dolce sì ha reso possibile tutto questo e Samuele ed Anna, sua dolce sposa, che con coerenza e rettitudine continuano a guidarci sull’unica Via che conduce al Cuore del Padre.

Casteldaccia, 11.02.2018

Realmuto Concetta




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi