“La Chiesa non può pretendere di avere il monopolio della Verità”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Anche la Chiesa può e deve, senza pretendere di avere il monopolio della verità, pronunciarsi e agire specialmente davanti a «situazioni in cui si toccano le piaghe e le sofferenze drammatiche, e nelle quali sono coinvolti i valori, l’etica, le scienze sociali e la fede»” (Discorso ai partecipanti al 3° incontro mondiale dei movimenti popolari, Roma, 5 novembre 2016)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Gli disse Gesù: “Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”” (Gv 14,6)

Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future” (Gv 16,13)

 

C) Commento:

I veri cristiani ben sanno che Cristo è unica Via, Cristo è unica Verità, Cristo è unica Salvezza, che conduce tutti a vivere la Vita eterna. Bergoglio invece manifesta sempre più che l’Apostasia nella chiesa di Roma è viva e pienamente in atto. Bergoglio afferma che la chiesa non deve pretendere «di avere il monopolio della verità». In questo Bergoglio ha ragione: la chiesa di Roma, che non è più assistita dalla guida dello Spirito Santo, non detiene più il monopolio della Verità. Infatti la chiesa di Roma ha rinnegato Cristo, il proselitismo insegnato da Cristo e soprattutto ha rinnegato il Progetto di Salvezza voluto da Dio Padre, che si compie solo e soltanto in Cristo. Il Padre ha ritirato il Suo Santo Spirito dalla chiesa di Roma, che è ora totalmente preda di uno spirito anticristiano e anticristico. Roma, rinnegando la centralità di Cristo, Verità Assoluta, ha perso la fede e vive in pienezza l’Apostasia.

I veri cristiani non devono unirsi con altri che professano filosofie e pratiche che di religioso non hanno nulla. I veri cristiani vogliono rimanere in Cristo, Crocefisso e Risorto per la Salvezza di tutti coloro che credono nel Suo Nome. Questo è lo scopo precipuo e fondamentale di ogni cristiano che volendo primariamente rimanere saldo in Cristo, cercherà di conseguenza di andare incontro a coloro che non professano la vera religione. Coloro che, seppur non appartenenti alla Chiesa di Cristo, al Corpo mistico di Cristo, ma animati dalla buona volontà, vogliono conoscere Cristo. Per questo i cristiani sono chiamati a manifestare nella loro quotidianità il proprio esempio di vita, che li porta ad essere buoni, retti, generosi e cristiani autentici ed essere così immagine di Cristo, Uomo Dio, affinché tutti coloro che sono animati dalla buona volontà possano prendere parte di Cristo ed essere resi partecipi, per grazia, al Mistero di salvezza.

I veri cristiani sanno che la Verità esiste e mai La rinnegheranno. I veri cristiani sanno che la Verità assoluta c’è e si è incarnata nella storia. I veri cristiani sanno Chi è la Verità Assoluta: Cristo, l’Uomo Dio, il Salvatore del mondo, il Re dell’universo. Di conseguenza dove vi è lo Spirito di Cristo, vi è la vera Chiesa di Cristo. E nella Chiesa di Cristo vi è la Verità, piena e assoluta. La chiesa di Roma ha perso la fede e il Padre, per tempo, ha inviato il Suo Spirito nella Terra d’Amore da Lui scelta per salvare la cristianità, l’Isola Bianca che preserverà la purezza della fede: Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi